Cultura

Liberation Stronca Il Film Di Bellocchio

By

Le Monde parla di pamphlet contro il ritorno dell’irrazionale. Lavoro raffinato per il “Guardian”

PARIGI – ‘Liberation’ stronca «L’ora di religione»:

il film di Marco Bellocchio viene fatto oggi a pezzi dal quotidiano parigino per la forma estetica

, «di una pesantezza che non evita l’accademismo». «

Sergio Castellitto resta un grande attore

e – scrive il giornale in un trafiletto – fa quello che può… Purtroppo, Bellocchio lo massacra sotto una valanga di scene ‘new age’ al rallentatore con intento sinfonico. Peccato». ‘Liberation’ si rammarica che Bellocchio abbia trasformato «la sua bella cattiveria di un tempo» in un angolo di visuale «canonico e sconfortante».

Come Fellini satireggia l’ipocrisia della religione e come Pasolini attacca i valori della borghesia italiana. È questo invece

il positivo commento del «Guardian»

a proposito del film di Bellocchio. Il giornale aggiunge che si tratta di uno dei film più raffinati dell’arte cinematografica europea presentati al Festival, ricorda che in Vaticano viene giudicato ‘blasfemo’ e che la critica italiana lo ha definito un ‘capolavoro’. Nessun commento invece dal ‘Daily Telegraph’ che si limita a dare la notizia della presentazione del film al festival di Cannes.

All’unico film italiano in concorso quest’anno a Cannes (in Francia sarà distribuito con il titolo «Le sourire de ma mere», il sorriso di mia madre)

‘Le Monde’ ha dedicato oggi un’ampia recensione dove non si sbilancia nei giudizi.

Per il più prestigioso quotidiano di Francia il regista italiano ha posto all’inizio del film «in termini infantili» una questione «vecchiotta, che oggi non interessa più a molta gente: la religione è compatibile con la libertà?». A detta di ‘Le Monde’, che si dilunga soprattutto su trama e contenuti della pellicola, Bellocchio «guida lo spettatore senza mezzi termini ma con rispetto in un pamphlet e in un poema contro il ritorno dell’irrazionale» e lo fa «con perfetta chiarezza», in una «atmosfera da incubo».

INIZIO PAGINA

You may also like