Cultura

Episodio Vi: Il Ritorno Dello Jedi (1983)

By

Scritto da: George Lucas e Lawrence Kasdan

Attori: Trama

Lando Carlissian e Chuwbecca hanno finalmente trovato la prigione di Han Solo e si sono infiltrati nella corte del suo carceriere: Jabba the Hutt. Un primo tentativo di salvarlo fallisce, i nostri vengono scoperti e condannati a morte. Giungerà a salvarli Luke Skywalker, divenuto ormai dopo anni di addestramento un cavaliere Jedi. Secondo Yoda Luke però non è ancora pronto: l’anziano maestro, ormai stanco, si raccomanda a lui perché affronti di nuovo e con convinzione Darth Vader. Egli rivela inoltre l’esistenza di un altro Skywalker quindi, esausto, muore. Luke trova come sempre conforto

nello spirito di Obi-Wan il quale decide di rivelargli anche l’ultimo segreto: l’altro Skywalker di cui parlava il morente Yoda è nientemeno che la principessa Leia, sorella di Luke e quindi anch’essa figlia di Darth Vader. Con questa consapevolezza Luke si riunisce ai suoi compagni che stanno preparando l’impresa più ardita di sempre: attaccare la nuova Stella della Morte, ancora in costruzione, a bordo della quale c’è lo stesso Imperatore Palpatine. Per fare questo andrà distrutto

un generatore d’energia che fornisce lo scudo alla stazione spaziale, generatore che si trova sulla luna boscosa di Endor. Lando Carlissian, sul Millenium Falcon, condurrà l’assalto aereo alla Stella della Morte, mentre Han e Leia si uniranno a un piccolo commando di guastatori che penserà a distruggere il generatore su Endor. La missione ha inizio, ma la fuga di notizie che ha spinto i ribelli ad agire, si scoprirà in seguito, è stata

orchestrata ad arte dall’Imperatore che intende portare definitivamente dalla sua parte l’ultimo degli Jedi. Luke giungerà al cospetto di Palpatine nel tentativo estremo di salvare suo padre dalla dannazione ma il malvagio imperatore riesce a tentare il lato oscuro dell’animo di Luke fino a spingere padre e figlio a combattere di fronte a lui, l’uno contro l’altro. Quando Luke alla fine resiste al potere dell’imperatore, questi tenta allora di ucciderlo. In un ultimo impeto, colui che era un tempo Anakin Skywalker, viene scosso dall’amore per il proprio figlio spezzando per un

momento il giogo del Lato Oscuro della Forza. Darth Vader uccide Palpatine e, ormai gravemente ferito, muore fra le braccia di suo figlio, sebbene redento in punto di morte grazie al suo estremo gesto. Contemporaneamente Han Solo e il suo commando distruggono su Endor il generatore d’energia, aiutati dalla tribù dei piccoli e pelosi Ewok, e Lando Carlissian, che fino a quel momento aveva subito pesantissime perdite, si lancia sulla Stella della Morte insieme a pochi coraggiosi piloti. Giungerà al reattore principale insieme al comandante del Rogue Squadron, Wedge Antilles. Il Millenium Falcon e il caccia X-Wing di Wedge distruggono l’interno della stazione da battaglia e si danno alla fuga appena prima dell’esplosione finale. Anche Luke Skywalker decolla appena in tempo per tornare a terra e dare a suo padre un privato e decoroso funerale. Mentre la festa per la fine della guerra conquista l’intera galassia, Luke vede nei boschi di Endor lo spirito di suo padre, Anakin Skywalker, unirsi a quelli di Obi-Wan Kenobi e Yoda.

Conclusione

L’ultimo capitolo di Guerre Stellari è certamente più solare de “L’impero colpisce ancora”, le cui cupe atmosfere avevano sollevato qualche voce di protesta. Quasi per rifarsi, Lucas decide di inserire nella storia la tribù dei

piccoli Ewok, adorabili orsacchiotti che i bambini potevano amare ma che i fans di ogni angolo del mondo hanno odiato. I momenti migliori del film ovviamente sono quelli del confronto finale fra Luke e suo padre, di fronte all’imperatore Palpatine che, abile burattinaio, riesce a farli addirittura combattere all’ultimo sangue di fronte al suo sguardo crudelmente divertito. Ma Luke non è abbastanza forte, può con ogni probabilità soccombere. L’imperatore muore solo perché colto di sopresa dall’impeto lucido di Darth Vader/Anakin Skywalker, un moto di ribellione che Palpatine non credeva più possibile perché ormai convinto di aver piegato molti anni indietro il Jedi. La pirotecnica e altamente spettacolare battaglia finale intorno alla Stella della Morte era per l’epoca un miracolo della tecnica. Gli effetti speciali impiegati sono validi ancora oggi.

INIZIO PAGINA

You may also like